BENVENUTI SU THE HAMMER OF MARTAX!! ATTENZIONE! IN QUESTI GIORNI STO REVISIONANDO IL BLOG, QUINDI EVENTUALI FOTO GIGANTI E TESTI DALLE DIMENSIONI DI UN IPPOPOTAMO SONO ALCUNE DELLE SPIACEVOLI CONSEGUENZE DI QUESTA RIMODERNIZZAZIONE. Spero di finire al più presto, nel frattempo vi porgo le mie scuse per eventuali disagi.

martedì 30 dicembre 2008

Per festeggiare vi offro a tutti da bere.. al Toret..




L'anno di grazia del signore 2009 è ormai alle porte. Domani sarà l'ultimo dell'anno ed ancora non mi sembra vero, perchè passa tutto così in fretta che mi sembra ieri solo il 2005 ed a pensarci bene, l'altroieri il 2001. Il tempo passa veloce dicevo, non è più come da bambini quando un pomeriggio era lunghissimo e non finiva più. Cambiano gli impegni e le prospettive plasmano il trascorrere delle giornate in modo diretto e convulso. La testa si riempe di pensieri, le parole risuonano come strane ricordanze mischiate e ridondanti che ci spaventano e ci tormentano perchè si sa che sono sempre i cattivi pensieri quelli che ci accompagnano.
A volte cerchiamo di scacciarli via, di non pensare al fatto che tutto deve sempre prendere una piega sbagliata, ma siamo tormentati, e ci tormentiamo a vicenda. Respiriamo un aria gassosa colma di tutti i mali del mondo. Traboccante e frizzante per via dei suoi contenuti sempre freschi, la brocca del male ci ottenebra la vista e ci allontana dalla felicità, che invero nella nostra esistenza ricopre solo alcuni piccoli e brevi scampoli che poi nei ricordi diventano leggendari, ed usati dal male interiore come stendardo ove il quale infliggere il monito di una vita migliore se solo non ci fossero più problemi. Non siamo tutti colpevoli del nostro male, ma spesso ne siamo complici e le pene che ci infliggiamo sono assolutamente volute dal nostro crepuscolare lato degenerativo della psiche umana. Ci illudiamo di risolvere prima o poi il problema ma quando lo facciamo eccone un altro pronto a sostituirlo. Siamo schiavi di una forma di pensiero malevola che fa leva sul cuore nero del sistema e che alimenta la mola del male, che rotando senza sosta assorda coloro che non riescono più a sentire quella sensazione di libertà svuotando la mente di tutti i cattivi pensieri.
Domani è l'occasione giusta per approfittarne. Si proprio l'ultimo dell'anno!
Quale giornata migliore altrimenti? Bisogna scegliere un giorno notoriamente importante per svuotare la mente dal male, per allontanare legioni di spettri urlanti e mandarli definitivamente affanculo. Non un giorno qualsiasi perchè poi tutto passa come sempre magicamente al giorno dopo.
Avete il veglione, la festa in famiglia, i parenti, gli amici? Fregatevene, o meglio pensateci dopo. Lasciate stare i countdown alla TV o nelle piazze, fra malfattori e tormentati, organizzati con i vostri soldi per quattro petardi e due luci o un maxischermo. Lasciate stare le festicciole in casa, fra parenti serpenti o quei poveri diavoli che ancora vi vogliono bene nonostante tutto. Evitate come la peste poi viaggi e visite, discoteche e festini cool, trobette, spumanti, petardi e puttane.
Provate a chiudere gli occhi e rilassatevi, svuotate la mente da ogni pensiero. Cancellate il 2008 e tutto il traboccante dolore del mondo per un solo attimo, mentre nel buio imperioso della vostra stanza meditate su quello che siete e l'essenza stessa della vita. Eliminando momentaneamente ogni più piccola diabolica insidia, compreso quella dei vostri amici che vi aspettano o del babbo nell'altra stanza che chiede di voi. Il vostro vero capodanno deve essere questo, per garantire un vero buon auspicio ai futuri disgraziati giorni. Questo nuovo anno venturo sarà un anno tragico per molti aspetti, forse economicamente il più tragico in assoluto. Prima della battaglia, azzerate la mente, libratevi al vuoto cielo della nostra esistenza comune, lontano da artigli orribili e demoni furenti.
Saltando a piedi uniti siamo tutti sicuri di farci meno male e sopratutto di non pretendere granchè dal balzo. In fin dei conti, festeggiare e non pensarci potrebbe essere un alternativa, ma perchè rischiare di combattere una guerra (perchè guerra sarà) senza prepararsi degnamente? Fate come me, non ve ne pentirete. Nella vostra mente questa giornata potrebbe risultare più utile anche di un capodanno a Sharm el Sheik.
Per il brindisi? Non vi preoccupate, vi offro a tutti da bere io, naturalmente dal toret.. e buon 2009 (e si salvi chi può..).

(danleroi)


Nessun commento:

Posta un commento